Categoria: News

Entro il 5 febbraio i Comuni possono aderire di nuovo alla rottamazione

Entro il 5 febbraio gli enti territoriali (comuni, province, regioni e città metropolitane) possono approvare un atto a contenuto normativo (regolamento o legge regionale) per definire le ingiunzioni di pagamento emesse in materia di entrate proprie entro il 16 ottobre 2017, senza applicazione di sanzioni. La facoltà (prevista nell’articolo 1, comma 11-quater, Dl 148/2017) consente… Leggi tutto »

TRE ESSE ITALIA SRL E’ ACCREDITATA AL MEPA

Si informa che la Tre Esse Italia S.r.l. è in possesso dell’abilitazione al Mercato Elettronico per le Pubbliche Amministrazione  (MEPA) per i “SERVIZI DI SUPPORTO ALL’ACCERTAMENTO E ALLA RISCOSSIONE IN FORMA DIRETTA PER GLI ENTI LOCALI PER LA PARTECIPAZIONE AL MERCATO ELETTRONICO DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE, DI CUI ALL’ART. 36, COMMA 6, DEL D.LGS. 18 APRILE… Leggi tutto »

Posto auto sotterraneo delimitato da sole strisce: soggetto a Tarsu e Tari

La Corte di Cassazione con ordinanza ordinanza n. 22124/2017,  ha stabilito che il posto auto situato nei locali sotterranei,  pure se delimitato da semplici strisce e non da muratura, è  comunque soggetto alla Tarsu in quanto si tratta di area puntualmente individuabile, a disposizione solo dell’utilizzatore e quindi frequentata da persone e, pertanto, produttiva di rifiuti in… Leggi tutto »

ICI IMU FABBRICATI: SUFFICIENTE L’ISCRIZIONE IN CATASTO

Per i fabbricati di nuova costruzione in tema di Ici, e oggi anche per l’Imu, ai fini dell’assoggettabilità ad imposta degli stessi quello che rileva in primis è l’iscrizione al catasto; tale circostanza realizza di per se il presupposto principale per far sorgere in capo al l’immobile il presupposto impositivo. Per quel che concerne il… Leggi tutto »

PRG fondamentale per la destinazione dei terreni

Con ordinanza n. 20817 del 06.09.2017 la Corte di cassazione ha ribadito un principio ormai consolidato: per la destinazione di un’area è sufficiente verificare il piano regolatore a nulla rilevando eventuali provvedimenti necessari per l’attuazione. In particolare hanno disposto i Giudici che “l’articolo 36 del Dl 223/2006, attraverso un’interpretazione autentica, ha disposto che la qualificazione di un’area… Leggi tutto »

IMU e contratto di Leasing scaduto: che deve pagare?

Il caso: una impresa di leasing concede un fabbricato in locazione finanziaria ad una Azienda che nel 2009 fallisce. Il Curatore, pur rescindendo il contratto, non riconsegna l’immobile che rimane nelle disponibilità del fallimento. Quindi: nel caso in cui, anche a contratto rescisso il bene non viene riconsegnato la Società proprietaria del bene, pur non… Leggi tutto »

Tar: quando il ricorso in CTP si può notificare via PEC?

Una domanda di non poco conto perchè l’errata notifica del ricorso comporta inevitabilmente l’inammissibilità del giudizio per omessa notifica. Stante l’incertezza normativa, il Tar di Palermo, Sezione III, con sentenza del 13 luglio 2017, n. 1842 ha messo un po’ di ordine stabilendo che soltanto l’indirizzo Pec inserito nell’apposito registro del ministero della Giustizia, di cui… Leggi tutto »

Le Province pagano l’IMU sugli immobili che non utilizzano direttamente

La Corte di Cassazione con sentenza n. 16797/2017, conferma che gli immobili posseduti dalla Provincia sono esonerati dal pagamento dell’IMU solo se direttamente utilizzati. Secondo la Corte il fatto che gli immobili in questione fossero concessi dalla Provincia in uso a soggetti terzi in forza di rapporti di concessione o convenzione, implica il loro assoggettamento ad imposta…. Leggi tutto »

Definizione agevolata anche per gli Enti Locali

Con la conversione del decreto legge 50/2017 nella legge 96/2017, è stato esteso anche agli Enti locali la definizione agevolata delle controversie attinenti i tributi locali. Prevede infatti l’Art 11 comma 1 bis che gli enti locali possono stabilire, entro il 31 agosto 2017, l’applicazione delle disposizioni del presente articolo alle controversie attribuite alla giurisdizione… Leggi tutto »

Accertamento TARSU: nessun obbligo di allegazione della delibera sulla tariffa

La Corte di Cassazione con Ordinanza n. 16289/2017 conferma sostanzialmente l’orientamento ormai vigente in tema di allegazione degli atti agli avvisi di accertamento. In particolare nel provvedimento citato ha affermato che in tema di accertamento tributario, l’onere di allegazione posto a cario dell’Amministrazione finanziaria, dell’altro atto richiamato nella motivazione dell’avviso di accertamento non riguarda “gli… Leggi tutto »